Biblioteca Vaticana

Scopri cosa c'è dentro la Biblioteca Vaticana | Biblioteca della Santa Sede

La Biblioteca dei Musei Vaticani, fondata nel 1475, ospita riviste e libri contemporanei che documentano i tesori dei Musei Vaticani. al suo interno si trovano tomi e volumi raccolti a partire dall'eopoca delle antichità classiche greche, romane, egiziane, assiro-babilonesi ed etrusche, oltre a testi sull'arte medievale e contemporanea.  I Marchesi Guglielmi di Vulci, il Cardinale Jorge Mara Meja, i professori Bruno Mantura e i Padri Verbiti Michael Schulien e Wilhelm Schmidt hanno fatto donazioni alla biblioteca nel corso degli anni per arricchirne il patrimonio culturale.

Cose che non sapevi sulla Biblioteca Vaticana

Biblioteca Vaticana
  • Fondata nel: 1475.
  • Fondatore: Papa Nicola V.
  • Posizione: Il Cortile del Belvedere, che si trova all'interno del Palazzo Vaticano, serve come ingresso alla Biblioteca Vaticana.
  • Dipartimenti: Dipartimento Manoscritti, Dipartimento Libri Stampati, Dipartimento Numismatico.
  • Collezioni: Manoscritti, collezioni archivistiche, libri stampati, materiale grafico, collezioni numismatiche e oggetti d'arte.
Biblioteca Vaticana
  • Quasi 2.000.000 di volumi stampati e seriali, inclusi più di 8.000 incunaboli, sono conservati nella Biblioteca Vaticana.
  • Tra il 1927 e il 1939, la Biblioteca del Congresso e il Carnegie Endowment for International Peace hanno contribuito alla modernizzazione del sistema di catalogazione dei libri della Biblioteca Vaticana.
  • La biblioteca vaticana possiede 75.000 manoscritti in latino, greco, arabo, ebraico, persiano, etiope e siriaco che risalgono al II secolo
  • Circa 6.000 nuovi volumi vengono aggiunti alla biblioteca ogni anno. Solo un quarto di essi viene acquistato mentre il resto sono donazioni.

Collezioni della Biblioteca Vaticana

Biblioteca Vaticana

Collezioni di manoscritti

La Biblioteca Vaticana vanta un'incredibile collezione di manoscritti. Alcuni dei manoscritti ospitati all'interno della biblioteca includono Carte d'Abbadie, Boncompagni Ludovisi, Libri minuscoli, Papiri Vaticani copti, Raccolta Rospigliosi, Vaticani musicali e oltre 100 altri.

Biblioteca Vaticana

Collezioni d'archivio

La collezione archivistica della Biblioteca Apostolica Vaticana è davvero imponente. La collezione include Archivio Barberini, Archivio Barberini Colonna di Sciarra, Autografi e Documenti Patetta, Computisteria Ottoboni, Pergamene Patetta, S. Maria in Cosmedin, e molto altro.

Biblioteca Vaticana

Collezioni di libri stampati

La Biblioteca Vaticana ospita più di 1.600.000 libri stampati, la maggior parte dei quali sono antichi e rari, inclusi più di 8.600 incunaboli, decine di migliaia di edizioni del XVI secolo e edizioni del XVII secolo, in particolare nelle collezioni Barberini e Chigi.

Biblioteca Vaticana

Materiali grafici

La collezione di opere grafiche della Biblioteca Apostolica Vaticana ospita alcune opere mozzafiato in collezioni come il Fondo Stampe, il Fondo Stampe Geografiche, la Raccolta fotografica, il Fondo Bianchi Barriviera e altre ancora. La Collezione Ashby e la Collezione Gismondi sono due collezioni chiuse autonome di una certa dimensione che fanno parte della collezione di Grafica.

Biblioteca Vaticana

Monete e Medaglie

Monete, medaglie, placche, francobolli, iscrizioni, pietre intagliate, calchi in zolfo e gesso e altri materiali sono conservati nel Gabinetto Numismatico della Biblioteca Vaticana, anche chiamato Medagliere. Qui sono conservate anche monete romane del periodo repubblicano, monete delle città e dei domini italiani, medaglie di altri paesi che vanno dal Rinascimento ai giorni nostri e altro ancora.

Biblioteca Vaticana

Oggetti artistici

Centinaia di artefatti non librari sono esposti come ornamenti in tutta la Biblioteca Vaticana, tra i numerosi oggetti di valore che vi sono ospitati. Queste opere d'arte, sculture, mobili e altri oggetti - sono stati catalogati come oggetti d'arte della Biblioteca. Gli oggetti d'arte sono categorizzati e inclusi nel catalogo generale così come nel catalogo dei materiali grafici e degli oggetti d'arte, insieme alle foto.

Biblioteca Vaticana

Progetto speciale

La Biblioteca Vaticana è anche sede di alcuni progetti speciali. Questi includono i Percorsi Tematici IIIF, RICI - Libri e Biblioteche degli ordini religiosi in Italia alla fine del XVI secolo, il Progetto Polonsky, Viaggio con Dante e il progetto Alamire.

Progetti di digitalizzazione - Biblioteca Vaticana visita

La Biblioteca Vaticana è una biblioteca organizzativa che ha come missione la raccolta, il mantenimento e la riparazione dell'eredità di libri conservati al suo interno per renderla accessibile a tutti per più di 500 anni. Un'iniziativa di conservazione digitale a lungo termine è iniziata per salvaguardare i suoi testi per le generazioni future. Il progetto garantirebbe che l'output tecnologico creato duri il più a lungo possibile e permetterebbe ai manoscritti della Biblioteca Vaticana di essere resi disponibili a una vasta gamma di consumatori in tutto il mondo.

Biblioteca Vaticana
Biblioteca Vaticana

Filmoteca Vaticana

La Filmoteca Vaticana di St. Louis, Missouri, è l'unico deposito di microfilm della Biblioteca Apostolica Vaticana. Si trova nella Biblioteca Pio XII nel campus della Saint Louis University. Lowrie J. Daly ha progettato la biblioteca, che è stata finanziata dai Cavalieri di Colombo. Lo scopo era quello di aumentare l'accessibilità del Vaticano e di altri materiali agli accademici nordamericani.

Storia della Biblioteca Vaticana

Biblioteca Vaticana

 Origini

Nella prima metà del XIII secolo, la prima biblioteca e il primo archivio dei Papi furono dispersi per ragioni ancora sconosciute. Dopo la morte di Bonifacio VIII, le nuove collezioni raccolte dai Papi di quel secolo furono trasferite a Perugia, Assisi e infine ad Avignone. I papi che tornarono a Roma dopo il 1415 tentarono di recuperare il patrimonio librario perduto; ciò che era rimasto ad Avignone all'inizio del XVII secolo finì nella collezione della famiglia Borghese che Leone XIII acquistò nel 1891.

Biblioteca Vaticana

Da Nicola V a Sisto V

L'inizio della storia moderna della Biblioteca Vaticana può essere fatta risalire alla metà del XIV secolo. Nicola V fu colui che decise che gli studiosi dovevano essere in grado di leggere e studiare i testi latini, greci ed ebraici. Con la nomina di un bibliotecario, Bartolomeo Platina, e l'assistenza finanziaria necessaria, Sisto IV riprese, finalizzò e portò avanti la missione di Nicola V. La nuova istituzione fu ospitata al piano terra di una struttura che Nicola V aveva già ristrutturato. Da un totale di 2.527 manoscritti nel 1475 a un totale di 3.498 nel 1481, la collezione continuò a crescere.

Biblioteca Vaticana

XVI e XVIII secolo

La Biblioteca continuò a crescere nel XVI secolo, specialmente sotto Leone X, con ricerche metodiche e acquisizioni di manoscritti e opere stampate. Nel corso del XVII secolo, intere biblioteche principesche o private iniziarono ad essere incorporate nella collezione. Molte di queste sono state trasformate in compilazioni uniche e chiuse di manoscritti e libri stampati, diverse dalle collezioni aperte che iniziarono nella biblioteca stessa. Il XVIII secolo vide la creazione e la graduale espansione dei dipartimenti dedicati alle collezioni antiquarie e creative nella Biblioteca Vaticana.

Biblioteca Vaticana

Secoli XIX e XX

Quando Roma fu annessa all'Impero Francese nel 1809, la Biblioteca Vaticana divenne una Biblioteca Nazionale e furono aggiunti i fondi degli ordini religiosi. La biblioteca fu aperta ad un pubblico più vasto di accademici e storici sotto Leone XIII, e la moderna Sala di lettura per i libri stampati fu istituita nel 1892. Quando l'arrivo delle automobili rese obsolete le vecchie stalle del Cortile del Belvedere nel 1927, Papa Pio XI decise di convertirle in magazzini per i libri stampati della Biblioteca. Nuove pile di manoscritti furono create sotto il cortile interno della Biblioteca Vaticana dal 1982 al 1984, grazie al finanziamento della Conferenza Episcopale Tedesca.

Dipartimento Manoscritti

Il patrimonio di manoscritti della Biblioteca Apostolica Vaticana è conservato, studiato e reso disponibile dal Dipartimento dei Manoscritti. La Sezione Manoscritti è responsabile delle collezioni letterarie, che comprendono circa 80.000 volumi. La Sezione Archivio, invece, è stata istituita alla fine degli anni '70 e si occupa della conservazione e del mantenimento dei fondi archivistici più grandi.

Biblioteca Vaticana

Manoscritti

La Sezione Manoscritti comprende più di cento collezioni. Queste collezioni sono estremamente diverse con reperti che vanno dalla collezione Vaticani latini, che ha 15.371 oggetti numerati, a collezioni composte interamente da un singolo oggetto. La Biblioteca Vaticana è conosciuta come la biblioteca delle biblioteche a causa della varietà delle collezioni di manoscritti e della loro provenienza. La biblioteca è notevole non solo per gli sforzi continui dei Papi per ingrandirla, ma anche per l'aggiunta di intere biblioteche che ci raccontano altre epoche, mondi e civiltà.

Biblioteca Vaticana

Sezione archivio

La Biblioteca Vaticana non ha costruito una sezione distinta per le collezioni che sono più propriamente o anche solo archivistiche con l'intenzione di dividere il materiale documentario dai manoscritti appartenenti alle stesse collezioni. Piuttosto, sono state le considerazioni bibliografiche e operative che hanno spinto la biblioteca a istituire la sezione archivistica verso la fine degli anni 70. Oggi, questa sezione è la sede permanente dei grandi archivi che sono arrivati alla biblioteca in vari periodi e per vari scopi.

Biblioteca Vaticana

Sale di lettura e magazzini

L'obiettivo di questo dipartimento è quello di garantire che le sale di lettura dei manoscritti e gli scaffali funzionino senza problemi. Inoltre, il suo personale informa il Direttore del restauro dei manoscritti del dipartimento sui manoscritti che hanno bisogno di essere restaurati e supervisiona le richieste di approvazione dei duplicati. Il loro lavoro include anche l'accoglienza e l'assistenza agli studiosi, così come l'indicazione degli strumenti più importanti per il lavoro di ricerca. Aiutano nella presentazione delle richieste di manoscritti digitali e forniscono l'accesso digitale ai manoscritti.

Reparto libri stampati

Il Dipartimento degli Stampati gestisce le compilazioni di libri stampati della Biblioteca Vaticana, così come i suoi cataloghi di stampe, illustrazioni e materiali non librari, e li mette a disposizione degli studiosi. Il dipartimento gestisce gli acquisti di nuove pubblicazioni e gli scambi di materiale pubblicato con altre istituzioni. Seleziona anche i libri donati alla Biblioteca Vaticana e accetta quelli donati specificamente al Santo Padre. Il dipartimento è anche responsabile della catalogazione dei libri che vengono introdotti nella collezione e si assicura che siano conservati in modo sicuro negli scaffali.

Biblioteca Vaticana

Sezione Accessi

Libri rari, libri contemporanei, riviste, risorse digitali e altre risorse non librarie sono tutte gestite dalla Sezione Accessi. La responsabilità principale di questa sezione è quella di gestire gli aspetti amministrativi dell'integrazione delle pubblicazioni nel patrimonio della Biblioteca Vaticana. Le attività di routine si concentrano principalmente sulle acquisizioni, ma si occupano anche dei materiali che arrivano tramite contributi o programmi di scambio.

Biblioteca Vaticana

Catalogo

Anche se un catalogo unificato per i materiali a stampa era stato auspicato per un secolo, un catalogo sistematico fu finalmente organizzato negli anni venti. Il catalogo generale contemporaneo dei libri a stampa della Biblioteca Vaticana fu istituito nel 1928; in precedenza, le varie collezioni avevano i loro propri cataloghi, preparati nell'ambito di ogni collezione e secondo criteri distinti. Gli standard di catalogazione della Biblioteca Apostolica Vaticana furono inizialmente pubblicati nel 1931, e la terza e ultima edizione fu pubblicata nel 1949.

Biblioteca Vaticana

Sale di lettura e pile

La Sala Leonina, che contiene circa 56.000 volumi e dispone di 104 sedie, e la Sala Leonina Minore, che ospita circa 15.000 volumi, sono le principali sale di lettura di opere stampate della Biblioteca Vaticana. La Sala di lettura dei periodici, aperta ufficialmente al pubblico nel 2002, dispone di 32 posti e offre un facile accesso a 949 riviste scientifiche. Un'altra sala di lettura, il Salone Sistino, ha aperto nell'ottobre 2017, con circa 28.000 libri e 24 posti a sedere.

Biblioteca Vaticana

Sezione libri rari

La Sezione Libri Rari ha tre scopi: offrire ai ricercatori fonti originali per la ricerca, continuare la categorizzazione specializzata dei libri antichi creati prima del 1800 e ampliare le collezioni di libri antichi e di valore della Biblioteca Vaticana. Il primo obiettivo tangibile di questa sezione è quello di inserire il catalogo pubblicato degli incunaboli nell'OPAC. Intende compilare un catalogo più dettagliato degli incunaboli nella seconda fase che sarà anche reso accessibile online.

Biblioteca Vaticana

Collezione di incisioni

Il Gabinetto delle Stampe della Biblioteca Vaticana è un importante deposito artistico che ospita incisioni e stampe non rilegate in libri o supportate da parole scritte. Conserva anche un gran numero di disegni che sono stati inclusi nella collezione di incisioni in perchè le tecniche di conservazione sono molto simili. Molte immagini, così come le tavole calcografiche e xilografiche, sono incluse in questa sezione.

Dipartimento Numismatico - Biblioteca Vaticana visita

Il Gabinetto Numismatico della Biblioteca Vaticana, o Medagliere, contiene monete, medaglie, sigilli, placche, pietre intagliate, stampi e altri oggetti simili di importanza storica. Anche le medaglie e le monete sacerdotali ufficiali sono ospitate qui. Ci sono più di 300.000 pezzi nella collezione e il lavoro del dipartimento è quello di ispezionare, classificare e catalogare tutto in modo che possa essere messo a disposizione degli accademici.

Visitare la Biblioteca Apostolica Vaticana

Orari di apertura
Chi ha accesso?
Il Vaticano è aperto al pubblico nel 2021?
Reader's Pass
Biblioteca Vaticana

Dal lunedì al venerdì: dalle 9:00 alle 12:00.

Martedì e giovedì: dalle 14:30 alle 15:30.

Biblioteca Vaticana
  • Ricercatori e studiosi con qualifiche appropriate e/o pubblicazioni scientifiche rilevanti.
  • Insegnanti e ricercatori di università e altri istituti di istruzione superiore.
  • Studenti laureati che stanno svolgendo ricerche per una tesi di dottorato.
  • In rari casi, studenti universitari che possono dimostrare di aver bisogno di consultare materiale che è disponibile solo presso la Biblioteca Vaticana.
Biblioteca Vaticana

Sì e no. La Biblioteca Apostolica Vaticana ospita una mostra temporanea aperta al pubblico fino al 22 febbraio 2022. La mostra "Tutti" prende ispirazione dall'enciclica di Papa Francesco del 2020 "Fratelli Tutti" che combina i suoi appelli per la sostenibilità ambientale, una maggiore fraternità umana e un ordine socio-economico più giusto nel mondo post-COVID.

È aperto il martedì e il mercoledì pomeriggio, fornendo ai visitatori una possibilità unica di entrare nella Biblioteca Vaticana che altrimenti sarebbe off-limits.

I visitatori devono richiedere l'ammissione in anticipo online. Il biglietto d'ingresso di 15 euro include il catalogo.

Biblioteca Vaticana

Dovrai ottenere un Reader's Pass per avere accesso alla Biblioteca. Il pass ti permetterà solo di consultare la collezione di libri stampati. Per richiedere il pass avrai bisogno di un documento d'identità valido e una lettera di referenze o un documento valido che provi le qualifiche accademiche appropriate. Gli studenti dovranno presentare una lettera di garanzia, stampata su carta intestata istituzionale e firmata dal loro supervisore di tesi.

Informazioni e suggerimenti per i visitatori - Biblioteca Apostolica Vaticana

  • Ricercatori e accademici con qualifiche accettabili o pubblicazioni scientifiche rilevanti sono i benvenuti ad utilizzare la Biblioteca Vaticana.
  • Gli studenti universitari che possono dimostrare di aver bisogno di consultare materiale che è disponibile alla Biblioteca Vaticana sono autorizzati ad usarla solo in circostanze estreme.
  • La tessera di lettore ti permette di utilizzare la Biblioteca Vaticana. La tessera annuale è valida dal momento in cui viene emessa fino alla prossima chiusura annuale della biblioteca.
  • Il pass del lettore ti permette solo di consultare i libri stampati; avrai bisogno di un permesso speciale per consultare i manoscritti. Il pass non è trasferibile ed è esclusivamente personale.